MODENA

L’Istituto Comprensivo n. 1 di Modena nasce in seguito al Piano di riorganizzazione approvato dalla Regione Emilia Romagna per l’anno scolastico 2014/2015.

È situato nella zona a nord ovest della città e si articola in 4 plessi: una scuola primaria e una scuola secondaria nel quartiere Madonnina, altri tre plessi di scuola primaria, uno a Cittanova, un altro a Villanova., ed un altro nel quartiere periferico ed industriale della Sacca. La  nostra scuola è il punto di riferimento educativo e culturale del territorio, mirando a    sopperire ai bisogni educativi degli studenti: un numero abbastanza considerevole di loro sono stranieri,(199 di origine straniera e 136 nati a Modena da genitori stranieri), inoltre c’è una minoranza significativa con svantaggio socio-culturale,( nomadi di differenti etnie), mentre tutti  gli studenti hanno necessità di migliorare le proprie competenze per affrontare la complessità della società della conoscenza. sopperire ai bisogni educativi degli studenti: un numero abbastanza considerevole di loro sono stranieri,(199 di origine straniera e 136 nati a Modena da genitori stranieri), inoltre c’è una minoranza significativa con svantaggio socio-culturale,( nomadi di differenti etnie), mentre tutti  gli studenti hanno necessità di migliorare le proprie competenze per affrontare la complessità della società della conoscenza.

Inoltre ci sono più di 100 insegnanti e 8 collaboratori scolastici. Nella scuola secondaria di primo grado, sono presenti 425 alunni di cui 88 alunni stranieri e 22 alunni disabili; 50 insegnanti e 6 collaboratori scolastici. L’ istituto comprensivo ha una segreteria amministrativa con un DSGA e 6 assistenti amministrativi. Ogni plesso è dotato di una palestra , un laboratorio di informatica, un laboratorio linguistico, un laboratorio scientifico, una biblioteca, mentre solo due plessi hanno un teatro. In poche aule sono presenti le LIM ed alcuni ambienti sono predisposti per le attività degli alunni disabili; inoltre, nei plessi di scuola primaria sono presenti le mense.

Poiché nel nostro territorio sono presenti numerose comunità migranti, l’istituto ha sempre accolto tali diversità sviluppando negli anni protocolli precisi e buone pratiche di inclusione: percorsi di alfabetizzazione e di perfezionamento dell’italiano come seconda lingua attraverso corsi, laboratori e progetti in orario scolastico per studenti di cittadinanza o di lingua non italiana. Inoltre ,ogni anno nel mese di giugno, al termine delle attività didattiche, viene svolto un corso di due settimane per intensificare l’apprendimento dell’italiano come L2, inteso sia come approfondimento linguistico ,sia come prima alfabetizzazione per gli alunni che frequenteranno l’istituto nel settembre successivo.

Per promuovere l’inclusione sia degli studenti stranieri che degli alunni certificati, segnalati e con bisogni educativi speciali, nell’istituto sono presenti funzioni strumentali apposite e commissioni che curano l’integrazione e vengono consultate dai docenti nella didattica al fine di sviluppare le potenzialità personali di ogni alunno,e favorire il successo scolastico.

Nel territorio dove è ubicato il nostro istituto sono presenti diverse agenzie culturali ed enti, consolidati da tempo che rappresentano punti di aggregazione per i ragazzi e che organizzano diverse iniziative rivolte a loro (dalle Polisportive ai Punti lettura). Il nostro istituto è convenzionato con il centro Memo (Multicentro Educativo Modena Sergio Neri) per la formazione degli insegnanti; esistono accordi con il liceo socio psico-pedagogico “Sigonio” di Modena per i il tirocinio degli studenti liceali .

Da circa due anni abbiamo attivato una collaborazione con il centro Europe Direct di Modena, che ci ha ospitato anche in due occasioni per presentre un progetto Europeo approvato nel 2016, ed in occasione della nostra disseminazione esterna.